sabato 18 novembre 2017   ::  
Cosa è l'autismo Cosa è l'autismo Riduci

L'autismo è il peggiore degli handicap, perché pur accompagnandosi ad un aspetto fisico normale è un handicap grave che coinvolge diverse funzioni cerebrali e perdura per tutta la vita. ( n.d.c. a livello farmacologico ci sono fondate speranze che con la nuova generazione di Neurolettici Atipici che si stanno testando negli Stati Uniti, si possa arrivare, anche se non a breve, ad ipotizzare una cura farmacologica in grado di dare un grande contributo, soprattutto sulle forme di iper-attività, Deficit dell’Attenzione ed Autolesionismo).

L'autismo colpisce, secondo stime recenti, 1 persona su 1000, e 2 persone su 1000 ne presentano alcuni sintomi potendo venire incluse nello "spettro autistico".

L'autismo viene considerato dalla comunità scientifica internazionale (classificazione ICD 10 dell'OMS e DSM IV) un disturbo pervasivo dello sviluppo, e si manifesta entro il terzo anno di età con deficit nelle seguenti aree:

- comunicazione;

- interazione sociale;

- immaginazione;

 

Inoltre le persone autistiche possono presentare problemi di comportamento.

L'autismo è talvolta associato a disturbi neurologici aspecifici, come l'epilessia, o specifici, come la sclerosi tuberosa, la sindrome di Rett o la sindrome di Down.

 

QUAL'È LA CAUSA DELL'AUTISMO?

L'autismo non ha una singola causa: molteplici geni e fattori ambientali, come virus o sostanze chimiche, possono contribuire a determinare il disturbo autistico.

Gli studi su persone autistiche hanno trovato anomalie in diverse strutture cerebrali; questi dati suggeriscono che l'autismo derivi da una interruzione nello sviluppo cerebrale in una fase precoce della vita intrauterina.

 

COME SI MANIFESTA L'AUTISMO?

La caratteristica più evidente è l'isolamento: i bambini autistici spesso non rispondono al loro nome, evitano lo sguardo e appaiono inconsapevoli dei sentimenti altrui e della realtà che li circonda.

In presenza di almeno sette di queste caratteristiche: ………è opportuno un controllo diagnostico.

• difficoltà a stare con altri bambini;

• impressione di sordità o difficoltà visive;

• difficoltà di apprendimento;

• incoscienza per i pericoli reali;

• opposizione ai cambiamenti;

• mancanza dei sorriso e della mimica;

• iperattività fisica accentuata;

• non guarda negli occhi;

• attaccamento inappropriato agli oggetti;

• ruota gli oggetti;

• persevera in giochi strani;

• atteggiamento fisico rigido;

 

I bambini autistici inoltre hanno spesso risposte anomale ai suoni, al tatto o ad altri stimoli sensoriali, e una ridotta sensibilità al dolore, che può contribuire a determinare sintomi comportamentali, come la resistenza ad essere abbracciati.

 

COME SI CURA L'AUTISMO?

Attualmente non esiste una cura per l'autismo: le terapie o gli interventi vengono scelti in base ai sintomi individuali. Le terapie meglio studiate comprendono interventi educativi/comportamentali in ambiente strutturato adattato alle difficoltà specifiche dell'autismo e farmacologici. Sebbene questi interventi non curino l'autismo, spesso portano ad un miglioramento sostanziale.


Riduci Autismo nel mondo
Autismo nel mondo  

Dal sito www.autisme.com (spagna)

 

Definizione della sindrome dell'Autismo   

 

È una confusione dello sviluppo che persiste durante tutta la vita. Questa sindrome diventa evidente durante i primi 30 mesi di vita e dà luogo a differenti gradi di alterazione del linguaggio e la comunicazione, delle competenze sociali e dell'immaginazione. Frequentemente, questi sintomi si accompagnano a comportamenti anormali, come attività ed interessi di carattere ripetitivo e stereotipato, movimenti di dondolio e  ossessioni insolite verso certi oggetti o avvenimenti. 

 

Il livello di intelligenza e la gamma di capacità delle persone con autismo sono molto variabili benché la maggioranza (75 %), presentano un deficit mentale. In alcuni casi, tuttavia, possono essere normali in certi aspetti o perfino stare al di sopra della media. D'altra parte, alcuni soggetti possono essere aggressivi verso loro stessi o verso gli altri. 

 

Ci sono molte poche persone con autismo che hanno capacità sufficienti per vivere con un grado importante di autonomia. La maggioranza richiedono un gran aiuto durante tutta la vita. 

 

Le confusioni dello spettro autistico colpiscono, approssimativamente, 1 ogni 1000 nascite e sono molto più frequenti nel sesso maschile che in quello femminile, in una proporzione di 4 a 1.

Autismo nel mondo Autismo nel mondo Riduci

Dal sito www.autism.org (USA)

traduzione in italiano già presente nel sito


Articoli sull'autismo.... Articoli sull'autismo.... Riduci

Autismo e baseball di  Nick Hornby

Articolo del Time (traduzione di un articolo del "Time" - 15.07.2002)

Autismo: un universo ancora tutto da scoprire "Articolo Eco di Bergamo del gennaio 2008 di Susanna Pesenti"

Autismo quei prigionieri di se stessi di Ester Cohen (da La Stampa del 26/2/97)

Togliere i veli all'autismo, uno a uno di Erica Goode (24 febbraio 2004)

Gli autistici, entusiasti e precisi così un'azienda punta su di loro di Andrea Tarquini

La maratona al Polo per guarire dal silenzio di Corrado Sannucci

Autismo, così lotto per mio figlio  intervista ad un papà

 

Come vendono i ciarlatani  tradotto dal sito quackwatch.org


Alcune foto sull'Autismo...... Riduci

 

12.jpg

13.jpg

14.jpg

11.jpg

17.jpg

18.jpg

6.jpg

1.bmp

20.jpg

16.jpg

15.jpg

22.jpg

24.jpg

21.jpg

4.jpg

7.jpg

5.jpg

Rain Man.jpg 

 

 
News/Notizie/Home :: Perchè "Seconda Luna"  :: Chi siamo :: Statuto :: Iniziative :: Noi con loro, loro, con noi :: Contatti :: Cosa è l'Autismo :: Documenti :: Bibliografia :: Vuoi Aiutarci? :: Download :: Link
Copyright (c) 2014-2019    ::   Condizioni d'Uso